Come scegliere una macchina per il gelato? Guida alla scelta, caratteristiche e informazioni utili

Dopo un pranzo domenicale insieme alla vostra famiglia, il gelato è la ciliegina sulla torta. Per ovviare al problema di comprarlo in gelateria si può fare comodamente a casa grazie alla gelatiera. Non è affatto facile scegliere tra i mille tipi di gelatiera presenti sul mercato, ecco perché qui di seguito troverete una serie di consigli utili nella scelta della gelatiera più in linea con le vostre esigenze. Vi fornirò una linea guida approfondita di caratteristiche e informazioni utili.

Caratteristiche

Una gelatiera base è un robot da cucina che ha un cestello e una pala mantecatrice. Una volta inseriti gli ingredienti, scelti da voi, e azionati i comandi, le pale cominceranno a girare fino a restituirvi un gelato cremoso e gustoso. Esistono due tipi di gelatiera: ad accumulo e autorefrigerante.

Le macchine del gelato ad accumulo sono costituite da due elementi fondamentali: il cestello refrigerante a doppia parete e il motore a basso wattaggio. Il primo contiene il caratteristico liquido grazie al quale si mantiene una bassa temperatura durante tutto il processo di mantecazione, il secondo permette alla pala mantacatrice di girare in maniera lenta e costante per ottenere la classica consistenza del gelato

.

La scelta di questo tipo di gelatiera è varia in termini di accessori, forme e dimensioni. È caratterizzata da un peso leggero direttamente proporzionale alla sua dimensione compatta in linea con cucine non molto spaziose. Anche il suo design accurato è un piacere per gli occhi. Il processo di realizzazione del gelato è piuttosto semplice: il cestello refrigerante si deve essere riposto nel congelatore dalle 8 alle 24 ore prima del suo utilizzo. Terminato il tempo, il recipiente con gli ingredienti genuini e di prima scelta può essere posto nel corpo motore. La pala permette il procedimento di addensamento e mantecazione e impedisce la formazione di grumi e ghiaccio cristallizzato donando al gelato cremosità.

La gelatiera ad accumulo è molto economica, il suo prezzo aggira intorno ai 50 euro, e ha una potenza di circa 10w per questo ha un consumo energetico quasi nullo. Se si ha una famiglia numerosa o si invita a casa, frequentemente, molti amici questo tipo di gelatiera non è la scelta migliore perché pone dei limiti sia per più gesti nella stessa giornata che per la quantità di gelato che si può realizzare in quanto la congelazione preventiva del cestello impedisce dee cicli in successione. Questo può essere ovviato dall’acquisto di due cestelli anche se il congelatore a disposizione dovrebbe essere molto spazioso per contenere i due contenitori. Il risultato del gelato non è professionale ma comunque gustoso.

La gelatiera autorefrigerante a differenza di quella di accumulo non ha bisogno del processo di precongelazione del recipiente di lavorazione perché è una macchina capace di autorefrigerarsi, dunque i tempi di preparazione si accorciano e si ha la possibilità di produrre più gusti di gelato nella stessa giornata

.

Il processo di realizzazione consiste in tre fondamentali passaggi: la compressione, che comprime il gas, la condensazione, che lo rende liquido, l’evaporazione, che trasforma il liquido nuovamente in gas liberando nell’ambiente l’energia data dal calore. Il risultato del gelato è eccellente. La gelatiera autorefrigerante è ingombrante e il suo peso è notevole, quasi di 15 chilogrammi. Non è economica, il suo prezzo si aggira intorno ai 150/200 euro e dato il suo alto wattaggio, il consumo energetico è molto alto.

Guida alla scelta

Come punto primo per una scelta sicura dovete considerare il rapporto quantità/risparmio di tempo e costo. La gelatiera ad accumulo è sicuramente superiore ad una macchina tradizionale come quella a manovella ed è molto maneggevole e comoda ma non può produrre grandi quantità di gelato nell’arco della giornata. Invece questo problema può essere superato dalla gelatiera autorefrigerante anche se è molto più costosa della prima, il prezzo si aggira intorno ai 150-200 euro. Il consumo è dato dalla qualità professionale della macchina. Infatti, quella ad accumulo ha un consumo di 10W mentre per quella autorefrigerante aspettatevi una bolletta salata.

Come punto secondo dovete considerare lo spazio che avete in cucina. La gelatiera ad accumulo è compatta e non occupa molto spazio, inoltre, alcune sono dotate di un design in linea con le cucine moderne e, quindi, danno un tocco in più al piano lavoro. La gelatiera autorefrigerante è ingombrante ed è dimensioni notevoli.

Il punto terzo e ultimo ricade sulla qualità, quantità e professionalità del risultato finale del gelato. E’ qui non c’è trippa per gatti, nel senso che quella autorefrigerante batte quella ad accumulo. Il gelato sarà gustoso, cremoso come quello della gelateria se non addirittura migliore. Anche perché voi andando al mercato o dal vostro fruttivendolo di fiducia comprerete degli ingredienti di prima qualità e realizzerete il gelato che più si addice ai vostri desideri. Se siete persone in tendenza e curiose di assaggiare nuovi gusti la macchina autorefrigerante è capace di permettervi sperimentazioni.

Informazioni utili

La gelatiera per poter essere utilizzata ancora altre volte necessita di essere pulita a fondo. Una macchina difficile di cui i componenti non siano smontabili, non è sicuramente il massimo. Molte, ma non tutte, le gelatiere possono essere lavate anche in lavastoviglie. Per questo tipo di apparecchio non è necessario effettuare altro tipo di manutenzione: una pulizia eseguita secondo i suddetti criteri basta infatti a garantire ad un buon prodotto la durata negli anni.

Il gelato artigianale è un alimento completo, ricco di proprietà benefiche per il nostro corpo e la nostra mente, contiene molte vitamine, calcio, fosforo, carboidrati, proteine e grassi. È anche un alimento ad alta digeribilità. Per questo può sostituire un pasto completo, soprattutto durante il periodo estivo. Aiuta anche a reintegrare i liquidi perché contiene molta acqua ed è l’ideale per la dieta. I gusti alla frutta hanno un basso contenuto di calorie e sono ricchi di antiossidanti mentre quelli alla nocciola o al pistacchio contengono omega 3 e omega 6. Quando mangiamo un gelato stimoliamo l’ormone della felicità in quanto aiuta a combattere lo stress ed è anche un tranquillante naturale. Dato che che è ricco di calcio aiuta a prevenire lo sviluppo di malattie come il cancro al colon. Il gelato insomma è davvero un alimento sano, completo, gustoso e ricco di proprietà

.

Donatella De Stefano

Laureata in Scienze e tecnologie della comunicazione e in Professioni dell’Editoria e del Giornalismo alla Sapienza di Roma. Sono nata a Sapri, il mio paese di origine è Lauria ma vivo a Potenza. Lo shopping online è la mia passione, spaziando dalla moda agli elettrodomestici. Sono costantemente aggiornata sulle nuove proposte di tendenza e sono molto attenta al rapporto qualità/prezzo di un prodotto.

Back to top
menu
Macchine Gelato e Yogurt